NUOVA MILLECENTO CLUB ITALIA - Fiat 1100
Benvenuto nel forum ufficiale del NUOVA MILLECENTO CLUB ITALIA.

Se non sei ancora registrato, clicca in basso su REGISTRARE; la registrazione è gratuita.
Se invece sei un utente registrato, clicca su CONNESSIONE per accedere al forum ed interaggire con gli altri appassionati

BUONA NAVIGAZIONE
Community
 
Ultimi argomenti
» ricambi 103
Ven 13 Lug 2018 - 13:10 Da Tiziano3

» Restauro 103 del 54
Dom 8 Lug 2018 - 4:22 Da Aldo

» Coppe ruota Ulma Fiat 1100 TV 1200 TV Trasformabile Pininfarina
Ven 6 Lug 2018 - 11:50 Da jamess

» Decimo raduno Nazionale ed Assemblea Elettiva - Roma, 29/6 - 1/7/18
Gio 5 Lug 2018 - 20:55 Da Giorgio Zecca

» FIAT 1100 /103 H RICAMBI
Gio 5 Lug 2018 - 20:23 Da picasso

»  valvola della pressione olio della fiat 1100 R
Mer 4 Lug 2018 - 20:42 Da srobic

» battitacco
Mar 3 Lug 2018 - 9:06 Da mdeodati

» Mascherina fiat 1100 / 103 prima serie completa 1951 - 1956
Ven 29 Giu 2018 - 21:46 Da rudi299

Assicurazione
 
 
- CONVENZIONATI -
 
La polizza assicurativa per
appassionati e collezionisti.
 
Escluse CAMPANIA- PUGLIA
CALABRIA
ABBIGLIAMENTO
Polo e t-shirt
personalizzate
NUOVA MILLECENTO
CLUB ITALIA
------------------------
tutte le info sul nostro sito
alla sezione SHOPPING
Gadgets promozionali

Portachiavi personalizzato
stile anni 50/60
-- TERMINATI -- 
----------------------------
tutte le info sul nostro sito
alla sezione SHOPPING

Pensiamo....

Andare in basso

Pensiamo....

Messaggio  Michelone il Ven 22 Gen 2016 - 17:11

Oggi abbiamo auto che:
1) frenano meglio
2) tengono meglio la strada
3) superano meglio i crash-test e sono più sicure.
4) sono meglio rifinite, oggi anche un'utilitaria è equipaggiata come lo era una Mercedes di 30 anni fa.
5) hanno motori più potenti
6) hanno mediamente migliori prestazioni
7) hanno un'affidabilità meccanica e una durata superiori
Cool non arrugginiscono praticamente più
Ciononostante, inquinano meno e consumano meno, malgrado siano più pesanti e ingombranti per una serie di ragioni.
E non necessitano più di rodaggio.

Questi sono i fatti. E questo è l'enorme progresso fatto. Nessun componente di un'auto, anche se geometricamente simile per la funzione che deve svolgere, è uguale a quello che era anche solo 20 o 30 anni fa.
Pensiamoci....
avatar
Michelone

Numero di messaggi : 199
Località : Veneto
Data d'iscrizione : 24.03.13

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Pensiamo....

Messaggio  skadett66 il Mer 27 Gen 2016 - 8:58

strano però che nonostante tutti questi pregi non siano auto "eterne" (basta fare un giro in demolizione per capirlo), 
tutto è bene po'.... poi incominciano le macumbe per mettere in moto una vettura che non riconosce il "codice della chiave", poi una volta accesa incomincia a splendere la spia del motore e ci si ritrova il pedale dell'acceleratore che va su e giù senza assolvere al suo compito... ripetere la procedura di avviamento e forse questa volta va in moto e funziona come se nulla fosse accaduto. Cosa riferiscono in officina? che riprogrammare la centralina costa un botto e non sanno garantire l'effettiva risoluzione del problema...  Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad
Non voglio criticare l'auto moderna, ma il timore di spendere un capitale facendo ancora sacrifici per ritrovarmi dopo pochi anni ad avere un bidone senza valore e la necessità di riacquistarne un'altra ripartendo da zero, 
spero pertanto che anche le auto moderne, queste auto moderne, abbiano il dono della longevità
avatar
skadett66
member
member

Età : 52
Numero di messaggi : 1618
Località : taranto
Modello Fiat 1100 : 1100 Special 1962
Data d'iscrizione : 18.11.07

Visualizza il profilo http://www.kadett.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Pensiamo....

Messaggio  Michelone il Mer 27 Gen 2016 - 15:38

skadett66 ha scritto:strano però che nonostante tutti questi pregi non siano auto "eterne" (basta fare un giro in demolizione per capirlo), 
tutto è bene po'.... poi incominciano le macumbe per mettere in moto una vettura che non riconosce il "codice della chiave", poi una volta accesa incomincia a splendere la spia del motore e ci si ritrova il pedale dell'acceleratore che va su e giù senza assolvere al suo compito... ripetere la procedura di avviamento e forse questa volta va in moto e funziona come se nulla fosse accaduto. Cosa riferiscono in officina? che riprogrammare la centralina costa un botto e non sanno garantire l'effettiva risoluzione del problema...  Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad
Non voglio criticare l'auto moderna, ma il timore di spendere un capitale facendo ancora sacrifici per ritrovarmi dopo pochi anni ad avere un bidone senza valore e la necessità di riacquistarne un'altra ripartendo da zero, 
spero pertanto che anche le auto moderne, queste auto moderne, abbiano il dono della longevità

Non sono eterne anche per ragioni legate alla moda e alla voglia di cambiare auto, motivazioni che c'erano anche un tempo. Giustamente sottolinei le rogne derivanti dall'elettronica, vera a e propria croce e delizia delle auto moderne. In un intervento precedente sottolineavo come l'auto ideale sia quella che ha l'elettronica limitata a dove serve, perché avere un "code" per aprire l'auto, che si presta a essere decodificato nel momento in cui primi il pulsante del telecomando, non mi pare sia il massimo della sicurezza. Per non parlare delle esagerazioni, per cui basta un sensore guasto che non legge la chiusura di una porta (anche se perfettamente chiusa) e il motore non va più in moto neanche a spingere.
avatar
Michelone

Numero di messaggi : 199
Località : Veneto
Data d'iscrizione : 24.03.13

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Pensiamo....

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum